Home Luoghi da visitare Dublino | Irlanda Cosa visitare a Dublino 1? Storia ed Arte

Cosa visitare a Dublino 1? Storia ed Arte

176
0

Scrivo questo articolo per raccontarvi cosa visitare a Dublino 1 (centro di Dublino) se arrivassi qua per la prima volta. Più che guida di un ufficio turistico, vuole essere piuttosto un alternativa ai tanti tours su Dublino che gia esistono. Molto spesso si ha la tendenza di obbligare il turista a vedere solo quei luoghi troppo turistici.  Molti non sanno che vi sono tante altre soluzioni spesso gratuite o a basso costo. Magari non è la prima volta che siete stati a Dublino quindi probabile che vi inizierete ad annoiare dei soliti luoghi “commerciali”. Fatemi inoltre sapere cosa ne pensate e cosa aggiungerete se foste al mio posto. Fate presente che parlerò della zona 1 di Dublino, quindi non farò riferimento altri luoghi da visitare.
Dublino seppure una Capitale Europea si offre veramente a portata di mano al turista e residente. E’ una città vivibile e sopratutto di facile percorrenza grazie ai suoi bus, Luas, e Dart. Il centro della città è concentrato realisticamente tra le zone 1 e 2 (nord e sud) dove è possibile coprirle tramite una passeggiata su O’Connell Bridge attraversando il fiume Liffey.
La scelta dei luoghi da visitare si basa su due punti a me fondamentali: Prezzo da pagare per l’entrata e valore storico, folkloristico o culturale che mi può offrire.

Cosa visitare a Dublino 1?

GPO Office Dublino
Fronte del GPO Office di Dublino in O’Connell Street

GPO: Ufficio Postale. Trovandomi ipoteticamente allo Spire in O’Connell Street, quello spillo lungo che è adiacente al General Post Office (Ufficio Postale Generale), ne approfitterei per andare a conoscere la storia di quest’ultimo poichè durante il Rising del 1916 (nel periodo della Guerra di Indipendenza Irlandese) questo ufficio fu bombardato dall’esercito Inglese. Negli ultimi anni dentro l’Ufficio Postale è stato creato l’An Post Museum dove è raccolta la storia e le lettere scritte da personaggi che hanno creato la repubblica di Irlanda e dei lavoratori di questo ufficio. Gia di per se entrando nell’atrio del GPO sembra quasi di entrare in una chiesa. Con solo 2 Euro si può entrare dentro il museo. Se come me siete appassionati di filatelica, adiacente al museo c’è lo sportello dove vengono mostrati e venduti gli ultimi francobolli e monete da collezione.

Mercato all'aperto di Moore Street a Dublino
Moore Street è la via del mercato all’aperto a Dublino

Moore Street. Uscendo dall’Ufficio Postale entrerei per Henry Street, non per fare shopping e comprarmi un paio di scarpe Nike ma solamente per recarmi in una vietta storica chiamata Moore Street con il suo conosciuto mercato di frutta, verdura e pesce. Tutto all’aperto. Sentirete le signore della Dublin Fair City che vendono frutta “urlare” frasi con accento marcato Dublinese, sentirete spesso la parola “LUV” e qualche risata. A titolo di cronaca fu in questo posto che il comandante dell’esercito ribelle Irlandese Patrick Pierse si arrese nell’Aprile del 1916 all’esercito Britannico onde evitare ulteriore perdita di civili.

Ospedale Rotunda in Parnell Street Dublino
Rotunda Hospital in Parnell St. Dublino

Rotunda Hospital. Se da Henry Street siete entrati in Moore St. fino alla fine della via, vi troverete adesso in Parnell Street, che prende nome da Charles Stewart Parnell (27 Giugno 1846 – 6 Ottobre 1891), politico Irlandese che offrì il suo contributo all’ostruzionismo contro la tirannia della Gran Bretagna sull’Irlanda. E’ possibile vedere una sua statua proprio all’incrocio tra la medesima via e O’Connell Street, davanti all’Ambassador. A titolo informativo, se avete necessità di un caffè o un sandwich posso consigliarvi il KingFisher che si trova in fronte all’Hotel Jurys Inn. Fuori è pitturato di verde, quindi non sarà difficile trovarlo. Consiglio questo posto perchè quando vennero a trovarmi i miei genitori e ci recammo a fare colazione li. Ci siamo trovati bene e la cameriera, una signora Irlandese era molto paziente con i miei che non parlavano Inglese. Sono rimasti molto sorpresi dall’abbondanza di cibo che era stato servito, a colazione. Just in case.
Ritornando a noi, all’angolo con Parnell Street si trova Parnell Square West. Noterete la sede del partito Repubblicano Sinn Fèin (pronuncia scenn fein) e non poco più avanti sulla destra, in contrapposizione con gli edifici Georgiani si trova lo stile Palladiano del Rotunda Hospital. Matematico che vi chiederete come mai in vacanza a Dublino voglio parlare di ospedali quando c’è da bere una pinta di Guinness e divertirsi al Temple Bar. Tuttavia, questo edificio è stato disegnato da uno dei più famosi architetti Irlandesi, Richard Cassels (1690-1751) che scusate se poco ha progettato la sede dell’attuale Parlamento Irlandese Leinster House, Powerscourt House e la Printing House dentro il Trinity College. Tutta l’area circondata da Parnell Square sui quattro lati viene chiamata anche Rotunda Gardens perchè dentro l’ospedale vi si trovano ancora parte del giardino curato con molti fiori. Parte di questo giardino adesso ha dato spazio al momumento ai caduti chiamato Garden of Remembrance.

Garden of Remembrance Dublino

Garden of Remembrance. Devo riconoscere che Parnell Square è ricca di storia e posti da visitare. Infatti non molto distante dal Rotunda Hospital, Parnell Square North si trova il Garden of Remembrance, un giardino momumento dedicato a tutte le persone che hanno perso la vita sacrificandosi per la causa della libertà in Irlanda. L’entrata è gratuita. Da notare all’interno la lunga croce sommersa dove vengono raffigurati degli scudi e delle lance spezzate. Questo nella cultura Celtica era un modo per celebrare la fine della guerra, cioè distruggere le armi e gettarle nel fiume. Noterete anche la scultura chiamata Children of Lir del maestro Oisìn Kelly che raffigura il significato di rinascita e resurrezione come a voler rappresentare la nascita della libertà e l’indipendenza Irlandese. Se il clima lo permette lungo il giardino vi sono panchine di legno dove potersi mettere a sedere e rilassarsi per un pò. Molti Irlandesi passano un po di tempo seduti a leggere un libro o fare la pausa pranzo visto che è in centro.

Entrata al Museo degli scrittori Dublino
Entrata al Museo degli Scrittori a Dublino

Dublin Writers Museum. In fronte al Garden of Remembrance troviamo il Museo degli scrittori aperto nel 1991 e da allora sua sede. In questo museo potrete scoprire la storia e curiosità su scrittori Irlandesi come James Joyce, Oscar Wilde, George Bernard Shaw, William Butler, Yeats. All’entrata verrete forniti di una specie di lettore audio digitale (disponibile anche in lingua Italiana) dove spiegherà ogni cosa su questo museo e i suoi personaggi Dublinesi. Il prezzo del biglietto di entrata al museo (al momento della pubblicazione di questo articolo) costa 7,50 Euro per un adulto, ma offrono anche un pacchetto famiglia (2 adulti e 2 bambini) al costo di 18 Euro.

Fronte della Hugh Lane Gallery a DublinoHugh Lane Gallery. Se per ogni motivo pensate che il Museo degli scrittori non faccia al caso vostro, magari perchè avete un budget limitato, allora giusto accanto a questo edificio si trova la Hugh Lane Gallery che ha entrata gratuita. Questo museo-galleria d’arte si occupa dell’esposizione al pubblico di opere d’Arte Moderna e Contemporanea. Infatti potrete ammirare alcuni capolavori di famosi pittori come Manet, Monet, Renoir and Degas. Durante tutto l’anno vengono allestite nuove esibizioni, eventi e letture riguardanti l’arte moderna e l’Irlanda. Da evidenziare la sala Francis Bacon con la riproduzione in scala reale dello studio d’arte Londinese del pittore Irlandese Francis Bacon (28 Ottobre 1909 – 28 Aprile 1992) e parte dei suoi libri e fotografie. Alcuni libri sono dedicati e firmati dai suoi amici quando era a Londra. All’interno della Hugh Lane è presente una caffetteria e un piccolo shop dove acquistare libri e cartoline in tema.

Chiesa Presbiteriana Abbey Church Dublino
Chiesa Presbiteriana Abbey Church a Dublino

Chiesa Presbiteriana Abbey Church.  All’incrocio tra Parnell Square e Federick Street (attaccato al Museo degli scrittori) vi si trova la Chiesa Presbiteriana Abbey Church in stile gotico ed eretta nel 1864 la cui altezza raggiunge i 54 metri. Indipendentemente dal tipo di credo religioso, vale la pena di fermarsi e osservarne la sua maestosità e magari visitarne il suo interno.

Potrete quindi riprendere la direzione verso O’Connell Street. Lungo la via noterete il Gate Theater e vi troverete la statua di Parnell. Lungo O’Connell Street in direzione sud (fino ad arrivare al ponte) potrete osservare le seguenti statue

Statue in O'Connell Street
Le sei statue lungo la strada di O’Connell in Centro a Dublino.
  1. Charles Stuart Parnell, descritto sopra.
  2. Theobald Mathew (1790–1856), conosciuto anche come Father Mathew, di County Tipperary fu il fondatore nel 1883 a Cork della “Società per la totale astinenza”. Infatti il credo di Padre Mathew vertiva sulla completa astinenza dal bere, durante tutta la vita. La statua fu completata nel 1893 dalla scultrice Mary Redmond.
  3. James Larkin (21 Gennaio 1876 – 30 Gennaio 1947), leader del sindacato dei lavoratori Irlandese ed attivo politicamente nel partito Socialista. Alla base della sua statua vi sono 3 iscrizioni in lingua Francese, Inglese e Gaelica riportante alcune sue frasi famose.
  4. John Gray (13 Luglio 1815 – 9 Aprile 1875), medico chirurgo, politico e giornalista. Sir John Gray era una persona molto attiva nella scena politica e Comunale: Proprietario del Freeman’s Journal, presidente del comitato Dublinese per le acque pubbliche, Nazionalista e membro del Parlamento (MP) per la città di Kilkenny dal 1865 fino alla sua morte.
  5. William Smith O’Brien (17 Ottobre 1803 – 18 Giugno 1864) anch’esso Nationalista e membro del Parlamento (MP) per la città di Kilkenny. Fu il leader del movimento chiamato “Giovane Irlanda”, che vertiva a tematiche politiche, culturali e sociali con stampo Nazionalista e fonte di ispirazione alle future generazioni.
  6. Daniel O’Connell (6 Agosto 1775 – 15 Maggio 1847) spesso riferito a lui come il liberatore o emancipatore, fu un leader politico Irlandese, membro del Parlamento (MP) per la contea di Clare. Fu portavoce per l’emancipazione Cattolica ed il diritto per i Cattolici di poter avere anche loro un posto al Parlamento di Westminster a Londra (a quel tempo l’Irlanda era politicamente sotto l’Inghilterra). La statua di O’Connell è la prima statua che si vede non appena da O’Connell bridge mettete piede su O’Connell Street.

A questo punto, non resta che rilassarsi dietro ad una meritata pinta di Guinness in uno dei tanti pubs traditionali in centro. Un saluto, Donald.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *