Home Interviste di Tuttoirlanda Italiani a Dublino: Intervista ad Andrea Carnali

Italiani a Dublino: Intervista ad Andrea Carnali

87
0

Continua l’appuntamento con le Interviste agli Italiani a Dublino. Questa volta abbiamo il piacere di parlare con Andrea che lavora alla Barclay di Dublino. Leggiamo cosa ci racconta di bello
Italiani a Dublino, Andrea Carnali

Redazione: Ciao Andrea, per cominciare ti chiediamo di raccontarci di te e delle tue origini.

Andrea: Un caro saluto a tutti gli amici di Tuttoirlanda. E’ un piacere per me condividere con voi la mia esperienza qua a Dublino. Mi chiamo Andrea Carnali, 30 anni da poco compiuti. Sono nato ad Assisi in provincia di Peurgia e laureato in Giurisprudenza all’Università di Perugia. Ho lasciato il centro Italia alla volta dell’Irlanda dopo un esperienza biennale in ambito assicurativo.

R: Da quanto tempo vivi in Irlanda? Di cosa ti occupi?

A: Vivo a Dublino da quasi due anni ormai e lavoro presso la Barclaycard International, carte di credito. Mi occupo del mercato Italiano. Devo dire un lavoro molto stimolante dove si può crescere professionalmente.

R: Cosa ti ha spinto fin qua? Lavoro, studiare l’Inglese, voglia di cambiare?

A: Confrontarmi con un contesto differente, un diverso stile di vita e diverse tradizioni è stato sempre un mio punto fermo. L’Irlanda in particolare per la giovialità dei suoi abitanti, per le vicissitudini passate, per la bellezza dei paesaggi mi ha sempre attirato. L’ approfondimento della lingua Inglese poi hanno fatto il resto.

R: Parlando del mondo del lavoro, quale giudizio daresti sia a quello Irlandese che Italiano ?

A: La possibilita’ di crescita professionale, spesso rallentata o peggio preclusa in italia, qua è ancora possibile. Parlo di un ambito lavorativo stimolante, collaborativo, spesso inserito in un contesto internazionale dove si interagisce con colleghi provenienti da ogni parte del mondo. Un mercato del lavoro quindi piu flessibile di quello Italiano, aperto sopratutto ai giovani.

R: Cosa ne pensi della recessione economica in Irlanda e Italia?

A: L’ irlanda per la sua struttura politico economica è un paese particolarmente esposto alle vicende internazionali quindi era auspicabile che rientrasse anchesso nel vortice della crisi. Dopo anni di costante crescita economica e occupazionale stiamo assistendo ora ad un inevitabile ridimensionamento con conseguente aumento della disoccupazione e consumi in calo.
In poche parole l’Irlanda è ora tornata con i piedi per terra. L economia gia stagnante dell’Italia ha invece attutito il colpo.

R: Quale impressione ti sei fatto a riguardo degli Irlandesi ? Quali secondo te i pro e quali i contro?

A: Abituati ad anni di carestie e sofferenze, gli Irlandesi durante il periodo della cosidetta “Tigre Celtica” si sono ritrovati con tanto denaro da spendere, cosa che comunque non ha intaccato la loro generosità e il loro carattere particolarmente “friendly” (ndr. amichevole).
Se in un pub qualcuno vi offre da bere sicuramente e’ un Irlandese.

R: Hai un pub o luogo da consigliarci?

A: Sicuramente il Brazen Head, il pub piu antico di Dublino. Ottima atmosfera e ottima Guinness.

R: Eh, Eh, vedo che anche tu sei un amante della Guinness. Siamo arrivati alla fine, Vuoi aggiungere qualcosa o salutare qualcuno?

A: Grazie Donald, un caloroso saluto a tutti gli amici di Dublino, a quelli che se ne sono andati e a quelli che verranno.

R: Grazie a te Andrea. Good Luck!

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *