Home News Irlanda Precisazioni sulla busta paga Irlandese nella puntata di Ballarò
5

Precisazioni sulla busta paga Irlandese nella puntata di Ballarò

133
5

Dublino, 24 Gennaio 2013 di Donald Piccione.

Come scrissi sulla nostra pagina Facebook, sono contento di aver potuto dare una mano alla redazione Rai di Ballarò per la ricerca di alcune risorse a Dublino. Ho visto con piacere il video pubblicato nel sito di Ballarò, servizio di Andrea Scazzola a cui vanno i miei complimenti. Vi invito inoltre a vedere quel video cliccando qua. Detto questo, vorrei tuttavia fare una precisazione a riguardo di quello che viene mostrato a 3:30 dove si vede una busta paga Irlandese e si parla di tasse. Questo per evitare che vi sia un malcompreso sulla realtà Irlandese.

Terminologia base del sistema di tassazione in Irlanda per i Lavoratori dipendenti
Al fine di poter commentare una parte del video, è bene spiegare alcuni termini importanti che si possono trovare in una busta paga Irlandese, chiamata Payslip (da pay, paga e slip, il foglietto di carta). Basta imparare questi 3 semplici termini:

  • P.A.Y.E. significa Pay As You Earn ed è la tassa principale che viene applicata allo stipendio lordo percepito sulla busta paga. A seconda del tipo di stipendio (quanto prendi in un anno) viene settato una particolare soglia fiscale. In linea generale, attualmente se lo stipendio non supera all’incirca i 33 mila Euro viene applicata una tassa del 20% , successivamente al superamento di tale soglia, viene applicato il 41% sulla differenza in eccesso dei 33 mila.
  • P.R.S.I. significa Pay Related Social Insurance gestita dal Social Welfare, è una contribuzione obbligatoria da parte del datore di lavoro o di un libero professionista. Questa constribuzione va in un fondo che serve a gestire i contributi di Social Welfare come la disoccupazione e la “pensione” (minima, chiamata anche State Pension). Questa pensione minima non viene data in automatico ma bisogna raggiungere almeno 66 anni di età ed avere pagato un minimo di contributi di PRSI.
  • U.S.C. ovvero l’Universal Social Charge introdotta nel 2011 che andrebbe a sostituire la tassa sul benessere. Infatti se il tuo reddito supera i 10.306 Euro all’anno, si inizia a pagare. Questa tassa parte dal 2% e arriva fino al 7% di trattenuta sullo stipendio lordo.

Commento e precisazione riguardo a questa parte del filmato
Nell’immagine sottostante che è una cattura dello schermo al minuto 3:30 circa del video sopra viene mostrato un payslip Irlandese dove viene spiegato cosa si paga in tasse con uno stipendio da 1500 Euro circa.
Payslip Irlandese Dublino
Come potete bene leggere vi sono 3 voci, la prima è PAYE dove non vi è corrispondenza con l’ammontare da pagare, mentre la seconda, PRSI di 41.49 Euro e la terza, USC di 46.80 Euro. Andando avanti nel video si parla di aver pagato 88.29 Euro di tasse. Ovviamente questa cosa ha suscitato commenti di stupore, scritti sotto il video nel sito Rai, del tipo “Bella la busta paga Irlandese”. L’unca cosa è che manca il PAYE che su 1588 Euro lordi è circa 317 Euro. Quindi il totale delle tasse da pagare nella busta paga ammonta a 405 Euro.
Sono quasi certo che anche così è sempre una buona busta paga, tuttavia il mio consiglio è quello di non cercare di compararla con il costo della vita in Italia poichè per alcuni aspetti Dublino è più cara. In secondo luogo, vorrei pure fare presente che in Irlanda il servizio sanitario è a pagamento: Il così chiamato GP (medico di famiglia) si fa pagare in media 50 Euro per visita. Ora non certo lo scopo di questo articolo è quello di fare un paragone tra l’Italia e l’Irlanda, solo che voglio essere sicuro che non cadiate nel trabocchetto di pensare a l’Irlanda come il paese delle Meraviglie. Ogni cosa ha un suo prezzo.

Tuttoirlanda.com

tags:

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *