Home Guida Irlanda Review: Prepay Power Ireland. Provider elettricità in Irlanda
0

Review: Prepay Power Ireland. Provider elettricità in Irlanda

37
0

E’ da diverso tempo che in televisione, su Internet ed anche per la strada vedo la pubblicità di questo provider elettrico che si chiama PrePay Power. Come al solito voglio capire cosa sia ma sopratutto conviene? Cerchiamo di capirlo insieme.

olantino pubblicitario della Pre Pay Power Irlandese
Immagine: volantino pubblicitario della PrePay Power Irlandese

!Attenzione!: questo articolo non rappresenta una pubblicità nascosta dietro un articolo ma un analisi di un servizio di utilità che viene erogato in Irlanda. Chi lo scrive ed il sito stesso si limita a spiegare nella maniera più neutrale possibile il tipo di servizio, quanto costa e se a parere dell’autore conviene o meno. Leggetevi tutto l’articolo prima così capirete come è impostato e cosa vi è scritto.

Prepay Power è una compagnia Irlandese con sede a Blackrock a sud di Dublino e fornisce un servizio elettrico con il metodo di ricarica o top up dell’account: Al posto di ricevere una bolletta ogni due mesi con quello che è il dovuto o l’estimato, tu paghi il servizio in tempo reale. Questo funziona tramite l’installazione di un contatore elettronico dentro l’abitazione. Questo contatore va ricaricato come se fosse il credito di un cellulare. Man mano che l’elettricità viene usata, il contatore detrae il costo dal credito residuo. Quando il credito è prossimo a zero dobbiamo ricaricalo.

Questa compagnia ha iniziato il proprio business nella capitale Irlandese nel 2009 e come spiegato nel loro sito, nel 2012 hanno installato oltre 10 mila contatori Elettrici. Non necessita di un contratto, di una bolletta e di un conto corrente. Leggendo tra le varie pagine nel loro sito propongono come punti di forza i seguenti che personalmente non li vedo cosi’ molto accattivanti e vi spiegherò il perchè:

  • L’eliminazione delle bollette e degli eventuali stime sul consumo.
  • Controllo totale sui costi dell’elettricità.
  • Servizio gratuito (ma su che cosa? Sul loro customer service?).
  • No deposito, nessun pagamento iniziale.
  • Veloce e gratuita installazione del contatore elettrico.
  • Non succederà che ci stacchino l’elettricità se non paghiamo.

Come ho scritto sopra, tutti questi punti “forza” sono un po deboli o comunque non mi pare che sia “una proposta che non si può rifiutare”. Anche avendo una bolletta, regolarmente possiamo inviare i dati di conteggio del contatore ed avere ogni volta un dato prossimo a quello reale, invece di un estimato. Il controllo totale sui costi dell’elettricità li puoi fare anche se hai altre compagnie e paghi con l’addebito su conto corrente. Basta non lasciare luci inutili accesse per esempio. Anche per la disattivazione del servizio, non è che le altre compagnie elettriche se paghiamo in ritardo la bolletta ci staccano il servizio immediatamente. Devono passare almeno diverse settimane per notificare piu’ volte il mancato pagamento. La parte più importante sta inoltre nei costi da sostenere rispetto ad un normale operatore. Leggiamo bene sotto.

Analisi dei costi e comparazione con gli altri operatori (Area Urbana, es. Dublino)

Per fare questa comparazione ho preso in esame una compagnia Nazionale Irlandese che si chiama Electric Ireland, gestita da E.S.B. come per dire la nostra Enel Italiana. Resta comununque il fatto che il costo per unità di elettricità è quello standard imposto dal SEM (Single Electricity Market).

Electric Ireland Costo (iva inclusa)
Costo per unità (Euro) 0.1928
Costo fisso – Standing Charge (Euro/anno) 125.77
Tassa statale P.S.O. (Euro/anno) 31.6
Costi totali fissi all’anno (Euro) 157.37

Spiegazione dei dati sopra:

  • Il costo per unità è il prezzo della elettricità in Euro (Kw consumati). Es. 0.1928 è pari a 19.2 centesimi di Euro. Questo costo è standard impostato sul mercato Irlandese. Poi ogni compagnia si gestirà questo prezzo proponendo sconti (ad esempio se paghi via addebito bancario, oppure se hai gas ed elettricità con loro). Ho voluto prendere il prezzo senza sconto in modo da non influire la comparazione.
  • Costo fisso (in Inglese Standing Charge) è il prezzo che si paga per l’infrastruttura del servizio. Come per dire che si paga per il cavo che distribuisce l’elettricità.
  • P.S.O. è una tassa imposta dallo stato indipendentemente da chi fornisce il servizio elettrico.
  • L’ultima riga, cioè il Costo totale fisso all’anno , rappresenta la somma totale annua che viene pagata alla compagnia elettrica indipendentemente da quanto si consuma. Sono i costi fissi. In questo caso con Electric Ireland spenderò 157 Euro circa.

Costi del servizio Pre Pay Power

Pre Pay Power Costo (iva inclusa)
Costo per unità (Euro) 0.1928
Costo fisso – Standing Charge (Euro/anno) 125.77
Tassa statale P.S.O. (Euro/anno) 31.6
Pre-payment Service Charge (annui)
136.71
Costi totali fissi all’anno (Euro) 294.08

Come si può leggere sopra, abbiamo gli stessi costi per Unità elettrica, Costo Fisso (standing charge) e Tassa PSO. Una cosa che però salta fuori è il PRE-Payment Service Charge di 136.71 Euro/anno. Questo è il costo per il mantenimento dell’apparecchio contatore dell’elettricità. Quello che viene spiegato anche come “Il costo giornaliero di 37.5 centesimi” ma che a fine anno diventa 136 Euro Iva inclusa 🙂 Quindi il costo fisso totale da pagare annualmente ammonta a 294 Euro.

Conclusioni e parere personale

Prepay Power Ireland è a mio avviso indicato nel caso che ci troviamo ad abitare con altri coinquilini e che nessuno si vuole prendere la briga di intestarsi la bolletta elettrica. In questa maniera pur pagando il costo di mantenimento del contatore elettronico, non staremo dietro a fare conteggi o richiedere i soldi a quel coinquilino che se ne è andato via e la bolletta è arrivata il mese dopo. Un altro caso, come appunto viene descritto nel loro sito è quello di controllare giornalmente i costi e i consumi. Quindi se risultano troppo alti, possiamo migliorarli all’istante senza aspettare che ci arrivi la bolletta. Se hai la bolletta elettrica intestata e te ne vai via dall’abitazione, devi perdere un po di tempo dietro al customer service con la richiesta di chiusura del tuo account, poi devi dare la lettura del contatore (a volte in certi appartamenti si trova in posti assurdi). Quindi senza dubbio con un contatore digitale dentro l’abitazione abbiamo tutto sotto controllo.

Il rovescio della medaglia è che a fine anno si spende 136 Euro per il manteinance fee del contatore. Se quindi uno abita da molto tempo in un posto o la casa è di sua proprietà possiamo farne senza di questa tecnologia che ha anche un costo aggiuntivo a fine anno. Almeno questo è come la vedo io comparando i prezzi dei servizi offerti.

Inoltre se stiamo per un breve periodo a Dublino o in una abitazione, non si ha il problema di dover fare il conteggio di quanto dare o ricevere

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *